CONTATTACI

ORARI DI APERTURA

Lun-Ven 9:00 - 13:00
Lun-Ven 14:00 - 17:00

La nostra storia

Luigi Mazzoni e Giuseppe Zecchi, due vecchi amici d'infanzia, si ritrovano nella terza età (dicono loro, visto che sono sessantenni), a fare insieme impresa e innovazione nel settore che amano da tutta la vita, con lo spirito di due diciottenni.

LA STORIA DI SPEEDY MOUSSE INIZIA DA LONTANO...

Luigi e Giuseppe frequentano le scuole elementari e le medie nella stessa classe e iniziano a gareggiare in moto nel 1973 con delle "Romeo Fabrizio" 50cc, costruite artigianalmente a Firenze da un illustre sconosciuto, "Fabrizio Guidotti". Al rientro dal servizio militare, oramai adulti, mantengono la consolidata amicizia, ma le loro strade professionali prendono direzioni diverse.

Luigi diventa un apprezzato pilota professionista, nel cross ma soprattutto nell'enduro, successivamente è meccanico di Corrado Maddii (1988), Andrea Bartolini (1989/90) e Chicco Chiodi (1991). L'esperienza successiva è nel settore dei pneumatici, seguendo i campionati mondiali di motocross in Goldentyre dal 2007 al 2014. Avvicendamenti societari all'interno dell'azienda portano Luigi ad uscire dal settore, mantenendo a tutt'oggi una forte considerazione tecnica da parte di tutti gli addetti ai lavori dell' attuale mondiale MX.

Giuseppe fonda invece una azienda (Fedi Gomme) che si occupa di pneumatici industriali (camion ed autobus). L'azienda si specializza nel settore della vendita a chilometro percorso, formula particolarmente apprezzata dalle aziende di trasporto pubblico e dalle grandi flotte private. L'azienda arriva ad avere 52 dipendenti, una ricostruzione propria e 35 officine mobili. Nel 2009 viene ceduta ad una multinazionale, a cui Giuseppe continua a fornire la sua preziosa consulenza fino alla fine del 2014. 

È a questo punto delle loro carriere che Giuseppe e Luigi ricominciano a vedersi quotidianamente e, come fanno le persone "anziane" (dicono loro con molta ironia), a raccontarsi le loro esperienze. Giuseppe riflette molto sull'ultima esperienza lavorativa di Luigi relativamente alle mousse per moto, rimane particolarmente attratto da questo strano prodotto e consiglia a Luigi di presentare domanda di brevetto.

La domanda di brevetto viene accolta ma nonostante tutte le lorob conoscenze nel settore scoprono che nessuno dei pochissimi operatori del settore era disposto a divulgare le propie esperienze tecniche e produrre mousse per Luigi. Quindi, con il sopracitato spirito di due diciottenni, Giuseppe e Luigi decidono di buttarsi direttamente nella mischia, perché la sfida si presentava particolarmente eccitante e l'obiettivo era chiaro e categorico: costruire mousse particolarmente performanti, soprattutto a livello di grip, sacrificando in maniera limitata la durata del prodotto.

Ci sono voluti due anni di sperimentazione, infiniti test con 26 tipi di mescole e una quantità di stampi che preferiamo non quantificare, prima di arrivare il più vicino possibile all'obiettivo che ci eravamo prefissati. Adesso il nostro impegno è quello di proseguire costantemente con la sperimentazione per ottenere performance sempre migliori.

INFATTI QUESTO È SOLO L'INIZIO...
TOP